1

E-commerce Hub 2016: il commercio elettronico a Salerno

ecommercehub_salerno

Sappiamo bene come funziona, solitamente i più grandi eventi formativi legati al mondo del Web Marketing sono posizionati al Nord ma sabato scorso nella singolare cornice del Modo di Salerno è andata in scena una delle più interessanti giornate alla quale abbia assistito negli ultimi mesi.

Un nutrito (sotto tutti i punti di vista) elenco di relatori ha contribuito a rendere speciale un qualsiasi sabato di novembre consentendo agli utenti intervenuti di comprendere meglio il mondo dell’e-commerce ed agli organizzatori di tornare a casa soddisfatti e pieni di idee per il prossimo anno (perché spero vivamente che non si fermino qui).

Ecommercehub 2016: i relatori tra professionalità, simpatia e concretezza

Ho sempre amato la forza del gruppo e della condivisione che ho trovato prepotenti nel settore del Web Marketing, e l’ho sostenuta più volte anche chiamando in causa supereroi come Hancock e la sua potenziale visione dei Social Media.

I diversi relatori che si sono succeduti sul palco hanno regalato momenti di formazione importanti con una verve ed una simpatia fuori dal comune, rendendosi disponibili anche al di fuori della loro mezz’ora di speech.

C’è stato un attimo in cui mi sono perso nei personaggi di Madagascar, tra le scimmie di uno spumeggiante Luca Zanzottera ed i pinguini di Ivan Cutolo sembrava di essere all’interno di uno dei più bei film d’animazione mai prodotti (menzione speciale per quest’ultimo che ha creato per l’occasione l’Arisa Link Building).

Ma è stato, appunto, solo un attimo perché sono tornato immediatamente con i piedi per terra grazie alla concretezza di Giovanni Cappellotto, Daniele Vietri e Gian Mario Infelici, i quali, pur con interventi e temi diversi mi hanno ricordato l’elemento fondamentale alla base di ogni progetto: i numeri.

Se non sei attento al budget ed al margine stai solo buttando soldi.

Subito dopo pranzo ho avuto modo di comprendere le novità circa la nuova versione di Prestashop grazie a Luca Mastroianni che le ha presentate appena prima di un simpatico Francesco Margherita, il quale, con la sua professionalità e la sua ironia è riuscito a farmi dimenticare i giardinieri che tagliavano erba ed alberi appena fuori alla sede dell’evento (e poi dicono che di sabato pomeriggio non lavora nessuno).

Francesco Ambrosino, invece, ha introdotto lo strumento Blog all’interno di un e-commerce spiegandone, con precisione, i benefici ed i risultati (e facendo saltare più volte dalla sedia quelli di Semrush) aprendo di fatto la strada agli strumenti di Advertising proposti da Emanuela Genovesi ed al ruolo che hanno i Social Media all’interno di un progetto e-commerce ben spiegato da Francesco Antonucci.

(Non vorrei rovinare i piani dell’organizzazione ma io per l’anno prossimo prenderei in seria considerazione il 4 ottobre come data dell’evento.)

Non sono mancate le note legali con Giovanni Maria Riccio che ha illustrato per bene la politica dei resi e gli obblighi di informazioni.

Menzione speciale per Valentina Sala: è riuscita a dirigere un’orchestra così importante semplicemente con il suo sorriso, chapeau.

Ecommercehub2016: il premio EH!WARDS2016

Una delle iniziative che più mi ha intrigato è stata quella di poter candidare il proprio sito e-commerce creando un vero contest che ha visto protagoniste diverse aziende del territorio valutate, nei loro progetti, direttamente dai relatori dell’evento.

Questo momento mi ha trovato particolarmente coinvolto perché il premio è andato ad un e-commerce concepito e realizzato dalla web agency con la quale collaboro da diverso tempo, Netcrawler, il cui progetto Marzullo (www.marzullo.it) ha sbaragliato la concorrenza grazie ad una comunicazione improntata sull’armonia tra stile, contenuti e made in Italy.

Mario Monetti ed il team di Netcrawler hanno svolto un lavoro egregio riuscendo a fondere il sapore della nostra terra con i dettagli dell’artigianato locale.

Far parte di una squadra ti migliora continuamente

Ecommercehub2016: il networking al servizio degli eventi

L’opportunità più interessante che un evento come questo ti regala, momento formativo escluso, resta sempre la possibilità di incontrare di nuovo o per la prima volta quei professionisti con i quali sei in contatto tutti i giorni attraverso il Web.

Voci, parole e volti che finalmente si fondono in una persona con la quale, in molti casi, la sensazione del “conoscersi da sempre” è davvero prepotente, credo di poter definire questa particolare attitudine come la “magia del Web”.

Tecnicamente e logisticamente l’E-Commerce Hub 2016 è stato molto interessante e spero vivamente che gli organizzatori riescano a dare una spinta ulteriore per farlo crescere al punto da diventare un evento di riferimento nel Sud Italia perché di iniziative come questa il nostro territorio ne ha davvero bisogno.

E tu? Perché non sei venuto? Che cazzo di impegni avevi? Condividi questo articolo per farti perdonare e cerca di non prendere impegni per il prossimo Ecommercehub.

(E niente, speravo di chiudere un post, almeno una volta, in modo serio e senza neanche una parolaccia ma non ci sono riuscito).

Raffaele Landolfi

Consulente informatico e di Web Marketing, Social Media Manager, scrivo tanto, anche sul mio Blog. Puoi trovarmi su Facebook, Twitter e LinkedIn ma non su Instagram.

One Comment

  1. Il 12 novembre Salerno ospitera la seconda edizione di Ecommerce HUB, evento gratuito di formazione professionale dedicato interamente al mondo del commercio elettronico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *